Asiago Hockey: si vola in Semifinale!!!!!!!!!

Asiago Hockey Cortina Gara 3 quarti di finale AHL

L’Asiago Hockey batte il Cortina per 4 reti a 1 in Gara 3 dei Quarti di Finale aggiudicandosi così l’accesso alle Semifinali dei Playoff della Alps Hockey League.

Un minuto di gioco e Marco Rosa si rende già pericoloso con un’incursione delle sue, ma il portiere ampezzano si dimostra in forma fin da subito. Anche il Cortina si mette d’impegno e l’incontro prosegue con un ritmo divertente. Al sesto minuto azione bellissima della seconda linea, ma Alexander Gellert non riesce a trovare il buco per infilare il disco, come Marek Vankus poco dopo, che viene steso davanti alla porta avversaria arrivando quasi a segnare: powerplay per l’Asiago. Sono almeno tre le situazioni buone per gli Stellati durante la superiorità numerica, ma l’estremo ospite nega ogni occasioni mettendoci la pezza. Spazio anche alla quarta linea dei Giallorossi, che mette sotto pressione gli avversari con un’intensità veramente impressionante. All’11° contropiede di fuoco di Alex Frei che, lanciato a rete da Lorenzo Casetti, buca la porta ampezzana con un tiro di precisione e porta l’Asiago. Subito un altro powerplay per i padroni di casa, con addirittura 25 secondi in 5 contro 3 per un’altro fallo del Cortina, ma i ragazzi di Mattila non riescono a sfruttare l’occasione. Gianluca Vallini torna a rendersi protagonista su un paio di conclusioni della squadra ospite, ma l’Asiago stringe i denti e arriva al primo intervallo avanti di una rete. Sulla sirena, doppia penalità per ginocchiata a Lorenzo Casetti e due minuti ad un giocatore del Cortina per eccessive durezze.

Il secondo periodo inizia quindi con i Giallorossi costretti a giocare in inferiorità numerica, ma Gianluca Vallini non si lascia impensierire, e al rientro dalla penalità, ottima occasione sulla stecca di Marco Rosa, bloccato miracolosamente dal portiere avversario. Al terzo minuto l’Asiago si trova nuovamente in 4 per uno sgambetto di Matteo Tessari, ma stavolta sono gli Stellati a rendersi più pericolosi nonostante l’uomo in meno. I padroni di casa alzano ancora il ritmo, ma un altra penalità, stavolta ai danni di Stefano Marchetti, costringe nuovamente il portiere asiaghese agli straordinari. Al decimo minuto Marek Vankus si inventa una volata a tutto campo, viene chiuso all’ultimo, ma Matteo Tessari apre per Alexander Gellert che dalla linea blu non perdona. Ricomincia il gioco e i ragazzi di Coach Mattila, galvanizzati dal momento, bombardano letteralmente di tiri il portiere del Cortina e sfiorano la rete, colpendo in pieno anche un palo. A sette minuti dal secondo intervallo, altra penalità per Matteo Tessari, ma anche stavolta i Giallorossi non si fanno impensierire ed arrivano a sfiorare l’allungo con Alex Frei che sbaglia un gol nettissimo ad un passo dalla porta: stessa occasione mancata da Michele Marchetti 30 secondi dopo, su un’azione di Steven McParland lanciato da solo verso il portiere avversario. A meno di due minuti dal suono della sirena gli ampezzani si fanno avanti, ma Gianluca Vallini sbaglia l’intervento e non riesce ad allontanare, concedendo una chiara opportunità colta al volo dal Cortina. Si va in spogliatoio sul 2 a 1 in favore degli Stellati.

Al secondo minuto del terzo periodo subito un’altra inferiorità numerica per l’Asiago, con Cameron Ginnetti che finisce in panca puniti per aver lanciato il disco fuori dal campo di gioco. Niente di fatto, e si torna a giocare in 5 contro 5, con gli Stellati subito in avanti alla ricerca della terza rete. Ma al 7° minuto Alessandro Tessari scivola sul ghiaccio e mette giù un giocatore avversario concedendo ancora un powerplay agli avversari, che trovano nuovamente la strada sbarrata dalla corazzata asiaghese. Finisce la penalità, Daniel Mantenuto conquista il disco e apre per Michele Marchetti, entra in zona e serve Alex Frei, libero al centro, che sigla il 3 a 1 imbambolando il portiere avversario con una finta. Il Cortina accusa il colpo e l’Asiago controlla il gioco, lottando su ogni disco: gli ospiti provano a giocare con l’uomo di movimento in più al posto del portiere negli ultimi due minuti della partita, ma Michele Marchetti realizza il gol del 4 a 1 finale a porta vuota.

Credit: foto Serena Fantini

© RIPRODUZIONE RISERVATA