Gli affreschi di Giotto a Padova patrimonio dell’umanità Unesco

E’una bella giornata, che entra nella storia dell’arte, della cultura, della storia di Padova e di tutto il Veneto, terra di rara intensità, dove si coniugano, fianco a fianco, straordinarie bellezze naturali, mare, monti, terme, laghi, parchi, aree di pregio, e meraviglie dell’arte e dell’architettura. Padova Urbs Picta è una di queste e mai come in questo caso il riconoscimento Unesco è ben riposto“.

Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime la sua soddisfazione per il riconoscimento internazionale di Patrimonio dell’Umanità Unesco, raggiunto dalla città di Padova con i suoi cicli di pittura a fresco, realizzati nel ‘300 dai pi grandi artisti dell’epoca – tra cui Giotto, Altichiero da Zevio e Giusto de’ Menabuoi – in edifici religiosi e civili.

Il Veneto annovera ora 9 siti nella World Heritage List UNESCO, numero che lo pone in seconda posizione tra le regioni a livello nazionale. Prima di quello reso noto oggi, infatti, erano già stati inseriti: le Dolomiti, l’Orto Botanico di Padova, Venezia e la sua laguna, la città di Verona, Vicenza e le ville del Palladio, i siti palafitticoli dell’Arco Alpino, le Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, le opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo.

C. stampa Regione Veneto