Comunicati i 4 finalisti del Premio Mario Rigoni Stern

Tre donne, di cui due straniere, approdano alla finale del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi: sono la francese Stephanie Besson, con “Trouver refuge”, (Ed. Glénat), Irene Borgna con “Cieli neri” , (Ed. Ponte alle Grazie), la svizzera Selma Mahlknecht, con “Berg and Breakfast”, (Ed. Raetia); il quarto finalista e unico uomo della quaterna è l’altopianese Daniele Zovi con “Autobiografia della neve”, (Ed. UTET).
.
Menzione speciale della giuria formata da Sara Luchetta, Giuseppe Mendicino, Luca Mercalli e Annibale Salsaper per la graphic novel “Parete nord”, di Jean-Marc Rochette e Olivier Bocquet (Ed. Ippocampo).
.
La finale com’è noto si svolgerà in due momenti distinti, a Venezia, a Palazzo Labia, sabato 18 settembre  e ad Asiago, al Teatro Millepini, domenica 19.
.

La cerimonia di premiazione in programma il 18 settembre alle 10.30 a Palazzo Labia di Venezia vedrà tra gli altri l’intervento del professor Niccolò Staffai dell’università di Siena sul tema “Ecologia e letteratura nell’opera di Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto”, per sottolineare l’attenzione del Premio ai temi della sostenibilità ambientale, mentre alcuni fra i maggiori scrittori italiani contemporanei parleranno in video del loro debito di riconoscenza nei confronti dell’autore altopianese.

Il giorno dopo al Teatro Millepini Asiago (sempre alle 10.30) a tenere la lectio magistralis sarà invece il professor Antonio Daniele, dell’università di Padova, sul ruolo di Mario Rigoni Stern nella letteratura italiana del ‘900. Nel corso del Premio saranno illustrate anche le iniziative per l’informatizzazione dell’archivio dello scrittore, ospitato nella sede della Biblioteca civica di Asiago.

.