Ulss7: le categorie a rischio per le quali è consigliata la vaccinazione antinfluenzale

Come già annunciato nell’articolo dello scorso 3 novembre, è iniziata anche nel territorio dell’ULSS 7 la campagna di vaccinazione antinfluenzale.

Anche quest’anno il vaccino è fortemente raccomandato e offerto gratuitamente a tutti i cittadini di età uguale o superiore ai 60 anni, oltre ai bambini tra i 6 mesi e i 6 anni (anche senza particolari patologie) e gli adulti di qualsiasi età e bambini affetti da malattie croniche dell’apparato respiratorio, cardiocircolatorio e renale, malattie del sangue, diabete, malassorbimento intestinale, malattie o terapie che comportino una carente o alterata immunità, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, tumori, nonché persone a cui è stata tolta la milza, oltre alle donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza e agli operatori sanitari.

Una particolare attenzione è posta anche alla vaccinazione a scopo precauzionale di tutti gli ospiti delle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali territoriali, per anziani e non autosufficienti.

Quest’anno sono quattro le tipologie di vaccino disponibili, che saranno utilizzate in base alla tipologia di utente, ed è prevista anche una limitata quantità di vaccino quadrivalente realizzato tramite colture cellulari, dunque prodotto senza utilizzare l’uovo, così da poter essere utilizzato in sicurezza anche in chi è allergico alle uova.

Il vaccino antinfluenzale può essere co-somministrato alla dose “booster” del vaccino anticovid.

La tabella completa delle categorie a rischio per le quali è consigliata la vaccinazione

SCARICA LA TABELLA

Credit: Ulss 7