Roana, richiesta una commissione speciale d’inchiesta

Il consigliere Christian Martello del gruppo di opposizione Insieme per Roana ha protocollato nei giorni scorsi presso gli uffici comunali un’interrogazione ai sensi del regolamento del Consiglio, con la quale chiede di mettere in luce alcuni aspetti riguardanti la vicenda che coinvolge da alcuni mesi l’amministrazione comunale e il concessionario degli impianti sportivi Angelo Roffo.

In particolare, Martello chiede chiarimenti sulle motivazioni che hanno condotto al contenzioso giudiziale col gestore degli impianti pubblici e dunque sulle intenzioni del Comune nei confronti del decreto ingiuntivo pendente sulle casse comunali (leggi qui la notizia). Non solo, la minoranza chiede ora al Sindaco di voler rendere note le motivazioni della secretazione alla cittadinanza del contenuto del parere stilato dal professionista Mario Timpano in merito alla riduzione dei canoni di locazione, dovuta in base all’emergenza sanitaria in corso, tuttora non applicato.

Ferma la posizione del consigliere Martello, che nell’interrogazione lascia intendere di voler dar seguito alla discussione andando a fondo degli aspetti che ritiene fumosi, soprattutto in merito al dispendio di risorse economiche pubbliche impiegate nella nomina di diversi professionisti esterni.

La minoranza sferra il colpo finale chiedendo “l’istituzione di una Commissione speciale di inchiesta circa l’operato della Giunta in relazione all’oggetto della presente interrogazione” e l’immediata calendarizzazione della relativa votazione di Consiglio nell’ordine del giorno della prossima seduta del consiglio comunale.

Il Sindaco, scettico sulla paternità del testo più che concentrato sulla sostanza del contenuto, come da regolamento comunale ha dato disposizione di allegare al verbale il documento e nel prossimo consiglio, che dovrebbe essere convocato entro trenta giorni, sarebbe tenuto a fornire risposta alle domande poste dal consigliere.

“Mi addolora che alcune persone del pubblico mi abbiano definito ridicolo al termine della lettura dell’interrogazione. Fatto a seguito del quale valuterò se procedere nelle sedi opportune. Nel merito di quanto chiesto, invito la cittadinanza a leggere quanto da me depositato e mi auguro che alla prossima seduta consiliare il pubblico sia numeroso, in quanto si tratta di un argomento di particolare interesse, vista la vocazione turistica del nostro comune e tenuto conto che, quando ci siamo candidati con la maggioranza, essa costituiva uno dei punti cardine della campagna elettorale ed è stata ampiamente tradita. Risulta infatti ben nota ormai la tendenza del Sindaco a non agevolare le attività produttive e turistiche del tessuto economico del territorio di Roana, uno dei principali motivi per i quali ci siamo dissociati dalla maggioranza”, ha dichiarato dopo il consiglio Christian Martello.

Sulla medesima linea anche l’altro gruppo di opposizione, Vivere Roana, con il portavoce Carlo Stefani che commenta: “Condividiamo in pieno il contenuto dell’interrogazione depositata dal consigliere Martello. Temi sui quali peraltro io stesso sono intervenuto in sede di consiglio. Resta da capire come mai l’amministrazione si sia posta in contrasto con l’imprenditore Roffo, invece di assolvere agli obblighi previsti per contratto, portando ad un impegno di denaro pubblico in pareri legali ed interventi di professionisti esterni, e come intenda agire per quanto riguarda il decreto ingiuntivo. Se non altro, finalmente abbiamo ottenuto risposte certe circa il piano economico e la realizzazione del bacino di Campolongo, che ora può essere deliberata”.

Nessun commento invece dal Sindaco e dagli assessori interpellati, che anche in questa occasione non hanno rilasciato dichiarazioni sul tema.