“I Comuni Sostengono le imprese”: 7 milioni di euro di credito agevolato per le aziende di 27 comuni del Vicentino

Sono 27 le amministrazioni locali che hanno siglato un protocollo d’intesa in grado di garantire un’importante iniezione di liquidità

Più di 7 milioni di euro di credito agevolato a disposizione delle imprese di 27 comuni del Vicentino. È quanto ha garantito fino ad oggi il progetto “I Comuni Sostengono le imprese”, promosso in provincia da Confcommercio Vicenza (anche attraverso le proprie emanazioni mandamentali) e reso operativo grazie alla cooperativa di garanzia della Confcommercio regionale Fidi Impresa & Turismo Veneto.
Si tratta – spiega Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza – di fondi che stanno aiutando molte imprese a sostenere gli investimenti per la ripartenza, oltre che a garantire liquidità. Un ottimo esempio di come pubblico e privato possano agire in sinergia per il sostegno del tessuto economico”.

Sì perché protagonisti di questa operazione sono principalmente le amministrazioni comunali che hanno siglato, con il confidi regionale, uno specifico protocollo d’intesa. Il meccanismo è semplice e prevede, a fronte di uno stanziamento del singolo Comune, l’erogazione di prestiti a tasso agevolato (0,7% fisso) della durata di 72 mesi, senza costi aggiuntivi per le imprese. “Abbiamo trovato nei nostri enti locali una grande disponibilità a questa operazione – spiega il presidente Rebecca -, tanto che ad oggi i 27 Comuni della provincia di Vicenza che hanno aderito al progetto hanno messo sul piatto oltre 600 mila euro”.

Una cifra che Fidi Impresa & Turismo Veneto, grazie all’accordo con un pool di istituti di credito (Banca del Veneto Centrale, Banca delle Terre Venete, Volksbank e Banca di Verona e Vicenza, Banche Venete Riunite), ha moltiplicato per dodici, trasformando questa disponibilità in 7 milioni e 200 mila euro di plafond garantito a disposizione delle imprese del territorio. “Ora questi fondi possono essere utilizzati da tante aziende sane, che hanno tutti i fondamentali a posto, ma che in questo momento hanno bisogno di un po’ di respiro per ripartire di slancio o per uscire dall’impasse in cui si trovano”, conclude il presidente Rebecca.

Un’iniezione di liquidità che può rivelarsi un sostegno importante per tante imprese del commercio, turismo e servizi del Vicentino, ancora alle prese con una congiuntura economica fortemente condizionata dalla situazione pandemica.

C.stampa Confcommercio

© RIPRODUZIONE RISERVATA