Asiago Hockey: Jesenice conquista anche Gara 3. Stagione finita per Gianluca Vallini?

Tutto da rifare per l’Asiago Hockey, che nella serie ‘best of five’ delle Finale di Alps Hockey League si trova ora in svantaggio per 2 gare a 1 su Jesenice. La squadra slovena è infatti riuscita ieri sera a passare in Gara 3 sul ghiaccio dell’Hodegart per 4 reti a 1 dopo un match quasi interamente gestito dai Giallorossi e deciso da alcuni episodi.

A metà della terza frazione di gioco Gianluca Vallini è costretto a lasciare il campo per un probabile strappo inguinale che sembra aver compromesso irrimediabilmente il suo finale di stagione.

Asiago Hockey Jesenice Finale AHL Gara 3 Gialuca Vallini infortunio

Adesso i ragazzi di Tom Barrasso dovranno mettercela tutta per conquistare la prossima Gara 4, in programma a Jesenice domani, per posticipare le sorti della Finale di Alps Hockey League alla decisiva Gara 5.


Il resoconto del match

Inizia questo terzo testa a testa di Finale e i Giallorossi si mettono subito a martellare la gabbia degli sloveni con alcune occasioni veramente pericolose. Per i primi 10 minuti Jesenice fatica addirittura ad uscire dalla zona di difesa, arrivando raramente ad impensierire Gianluca Vallini. I padroni di casa non calano un istante la pressione sugli avversari a cui non resta altro da fare che chiudersi davanti al portiere per evitare di concedere il vantaggio agli Stellati. Al 13° Michele Stevan viene messo giù davanti alla porta degli sloveni, ma i direttori di gara optano per non intervenire. L’Asiago le prova tutte, il ritmo della partita è veramente sostenuto, e bisogna aspettare gli ultimi tre minuti per vedere un paio di sprazzi di gioco da parte della squadra di Jesenice.

Nel secondo tempo sono gli sloveni a prendere in mano il gioco e alla prima occasione, dopo appena 30 secondi, bucano Gianluca Vallini sigliando il gol del vantaggio con un tiro ‘senza troppe pretese’. La reazione degli Stellati non si fa attendere e dopo un minuto infilano il gol del pareggio con Michele Stevan, servito con  al centro da Giordano Finoro.
Il gioco riprende, gli ospiti non si perdono d’animo tornando a spingersi in avanti ma vengono fermati da un paio di miracoli di Gianluca Vallini. Ritmo meno deciso in questa frazione centrale, con i padroni di casa nettamente in difficoltà a creare gioco e possesso di disco: bisogna attendere il 10° minuto per tornare a vedere un po di grinta e decisione nei ragazzi di Tom Barrasso, che sfiorano la rete del vantaggio prima con Michele Marchetti e poco dopo con Daniel Mantenuto. Le squadre tornano a giocare a tutto campo ravvivando il match: negli ultimi minuti l’Asiago preme sull’acceleratore sfiorando nuovamente la rete e colpendo anche un palo pieno con il portiere ormai battuto, oltre ad un’altra azione magistrale di Michele Marchetti che per poco manca il tocco vincente.

Il terzo periodo risulta sicuramente più equilibrato, con entrambe le formazioni molto attente a non commettere errori che potrebbero costare molto caro, soprattutto in una finale. Al 3° minuto Giordano Finoro tenta un contropiede ma prende un colpo di bastone da un avversario, e anche in questa occasione gli arbitri non prendono nessun provvedimento. Due minuti più tardi gli Stellati mancano due occasioni nette in pochi secondi, prima con un’incursione spettacolare di Stefano Giliatti, bloccato dal gambale del portiere, e subito dopo con una conclusione da posizione ravvicinata di Michele Marchetti. Al nono tocca a Giordano Finoro mangiarsi il gol del vantaggio dopo essersi trovato tutto solo davanti al portiere avversario. Poco dopo Jesenice cerca, come ormai d’abitudine, di innervosire i giocatori Stellati rifilando qualche colpo proibito, ma i giudici di gara preferiscono mandare in panca puniti Anthony Salinitri per una carica alla balaustra, dopo tutto quello che è stato lasciato correre finora. Il powerplay di Jesenice non funziona, e i Giallorossi escono indenni dall’inferiorità numerica, ma un problema muscolare obbliga Gianluca Vallini ad abbandonare il campo di gioco lasciando il posto al giovane Luca Stevan.
I padroni di casa hanno un paio di occasioni ottime per portarsi in vantaggio, ma alla prima svista difensiva gli sloveni li puniscono piazzando la rete del 2 a 1 in contropiede. Il gioco riprende, Stefano Giliatti tenta un numero girando la porta e si prende una bastonata in faccia, anche questa non fischiata dagli arbitri, come un minuto più tardi quando Anthony Salinitri si prende una legnata sul braccio senza che ci siano conseguenze. Sul finale Tom Barrasso prova a togliere il portiere per tentare il sesto giocatore di movimento, ma Jesenice ne approfitta per piazzare il definitivo 4 a 1 con due reti a porta vuota.


Gli highlights della partita

I momenti salienti del match giocato ieri sera si possono rivedere sul sito della Alps Hockey League a questo Link

Il calendario delle Finali di AHL

Gara 1 – Sabato 09.04 ore 20:30      Asiago – Jesenice   (4 – 1)
Gara 2 – Martedì 12.04 ore 19:00     Jesenice – Asiago   (4 – 3)
Gara 3 – Giovedì 14.04 ore 20:30     Asiago – Jesenice   (1 – 4)
Gara 4 – Sabato 16.04 ore 20:00      Jesenice – Asiago
Gara 5 – Martedì 19.04 ore 20:30     Asiago – Jesenice

Asiago Hockey Jesenice Finale AHL Gara 3 RIP Angelo Magnabosco
Il pensiero della Curva Sud per la prematura scomparsa del papà del capitano Marco Magnabosco

Credit: foto Serena Fantini

© RIPRODUZIONE RISERVATA