Hockey: colpo di mercato per gli stellati: Adam Mascherin ad Asiago fino al 2025

Renato Tessari: “Mascherin sarà la nostra punta di diamante"

Dopo alcune partenze e la riconferma dello Staff a supporto della squadra, il rinnovo di Steven Iacobellis, e l’arrivo del nuovo ‘goalie’ Fazio, il primo volto nuovo nel reparto offensivo dell’Asiago Hockey è il giocatore Adam Mascherin, che ha sottoscritto con la Società altopianese un contratto fino al 2025.

Attaccante di 178 cm per 93 kg, nato a Maple in Ontario il 6 Giugno del 1998, famiglia di origini italiane e più precisamente di Pordenone.
Per la sua avventura in maglia Stellata, Mascherin ha scelto di vestire il numero 73.
Nel 2014 è la 2° scelta assoluta nel draft della OHL, in cui inizia a giocare proprio in quell’anno con i Kitchener Rangers. Con i Rangers in Ontario Hockey League disputa quattro stagioni in cui mostra tutto il suo potenziale, risultando per tre stagioni il top-scorer del suo team e uno dei migliori della lega. Nel 2016/17 è addirittura il terzo miglior marcatore della OHL, alle spalle solamente di DeBrincat e Raddysh, attuali giocatori dei Chicago Blackhawks.

Mascherin viene draftato due volte: la prima nel 2016 dai Florida Panthers al 2° round come 38° scelta assoluta, la seconda nel 2018 dai Dallas Stars al 4° round come 100° scelta assoluta.Dallas inserisce Mascherin nel team di AHL, i Texas Stars, con cui disputa tre stagioni di altissimo livello, realizzando 89 punti, frutto di 40 goal e 49 assist, in 142 partite. Nell’ultima stagione con gli Stars realizza 34 punti in 37 partite, piazzandosi all’8° posto della classifica marcatori della intera American Hockey League.
Nell’ultima stagione il passaggio al forte team svedese dello Skellefteå, militante nella SHL, prima lega del paese scandinavo. In Svezia gioca 15 partite di campionato, realizzando 7 goal e 1 assist, e 5 partite di Champions Hockey League, in cui mette a segno 2 goal e serve 5 assist.
.
Entusiasmo da parte del DS Renato Tessari: “Mascherin sarà la nostra punta di diamante. Non saprei davvero come presentare un giocatore così, è paragonabile alle grandi star che abbiamo avuto ad Asiago nel corso degli anni, sia per quanto riguarda il gioco che per la visibilità. Acquisti come questo fino a qualche mese fa erano impensabili, ma ora con il nuovo campionato e le Olimpiadi che si disputeranno in Italia nel 2026 ci è possibile realizzare colpi di questo livello. Abbiamo costruito la squadra partendo da lui e per questo ci aspettiamo molto da questo giocatore. Ha 24 anni, è nel pieno della sua attività e può ancora dare e crescere moltissimo.”

C. stampa