Asiago Hockey: dopo portiere ed attaccante, accordo con il difensore Giovanni Vallati

Renato Tessari: “Un ottimo giocatore sia dal punto di vista difensivo che offensivo"

Asiago Hockey mercato Giovanni Vallati

Dopo alcune partenze e la riconferma dello Staff a supporto della squadra, il rinnovo di Steven Iacobellis, l’arrivo del nuovo ‘goalie’ Fazio e del primo attaccante Adam Mascherin, l’Asiago Hockey ha comunicato anche la prima novità nella retroguardia della squadra:il difensore Giovanni Vallati che ha firmato, anche lui, un contratto fino al 2025.

Vallati, che per la sua maglia Giallorossa ha scelto il numero 11, è un difensore di 185 cm per 83 kg, nato il 21 febbraio 2000 nella capitale canadese, Ottawa.
Nel 2016 è la 16° scelta nel 1° round del draft della Ontario Hockey League da parte dei Kitchener Rangers. Nelle prime due stagioni gioca in squadra con il neoattaccante Stellato Adam Mascherin e con il difensore bolzanino Dylan DiPerna, con lui solo nel 2016/17.
Nel 2018 gli Oshawa Generals si accordano con i Rangers per uno scambio e prelevano Vallati, che rimarrà con i Generals fino al 2020. Il nuovo numero 11 Stellato trova così un altro volto noto ad Asiago, quello di Anthony Salinitri.
In quattro anni nella lega giovanile dell’Ontario Vallati ha giocato 292 partite, realizzando 22 goal e servendo 113 assist, con 208 minuti di penalità e un +/- di +28.
Il difensore di Ottawa nella sua esperienza in OHL attira l’attenzione su di sé da parte dei team della NHL, entrando nel mirino dei Winnipeg Jets che lo draftano al 5° round come 153° scelta assoluta nel 2018.
Nella stagione 2020/21 gioca due partite con i Manitoba Moose, farm team dei Jets in American Hockey League, mentre nella passata stagione disputa tre partite e serve un assist in AHL con Cleveland Monsters, ma la maggior parte del tempo lo trascorre in ECHL nelle fila del Kalamazoo Wings, giocando 58 partite condite da 4 goal e 11 assist.

Il DS Renato Tessari ci disegna il profilo del nuovo difensore: “Si tratta di un giocatore con grandi potenzialità, un giocatore completo e che può migliorare parecchio. È un ottimo giocatore sia dal punto di vista difensivo che offensivo, dotato di ottimo pattinaggio, di un gran tiro: potrà risultare molto utile in fase di powerplay. È un giocatore che a mio avviso farà comodo anche alla Nazionale. Aveva la possibilità di rinnovare negli Stati Uniti con un contratto two-way, per giocare sia in American Hockey League che in East Cost Hockey League, ma ha preferito venire a giocare in Europa”.


C. stampa