Hockey inline: i Vipers le vincono tutte, in Serie C i Black-Out superano i Newts all’overtime

Asiago Vipers - Serie A - Ferrara

Un altro weekend spettacolare quello regalato dalle squadre altopianesi di hockey inline, con gli Asiago Vipers che si confermano in tutte le categorie impegnate in campo nel fine settimana e la conquista dell’attesissimo ‘Classico di Asiago’ da parte degli Asiago Black-Out sui cugini Newts.

Sabato la formazione della Serie A è riuscita a conquistare la trasferta contro i Ferrara Warriors per 8 a 7 soltanto ai tiri di rigore, dopo aver dominato il gioco per buona parte dell’incontro. “Abbiamo fatto tutti noi. Dai gol fatti ai gol subiti” ha dichiarato Matteo Tessari dopo il match. “Se non cambiamo la testa provando a diventare più disciplinati non possiamo pensare di far bene. Aver preso penalità partita a 5 minuti dalla fine, ci ha tagliato le gambe. Riusciamo a giocare tanto bene quanto a rovinare le partite già vinte. Ora occhio a sabato che anche lì (a Trieste contro l’Edera, ndr) all’andata abbiamo perso un punto”.
Sulla pista di Via Cinque ad Asiago è invece andato in scena lo storico derby tra Asiago Black-Out e Newts, con le Salamandre che partono forte andando in doppio vantaggio per poi subire la rimonta dei Black-Out, che sfruttano un powerplay nell’overtime per mettere in cassaforte il primo ‘Classico‘ del campionato 22/23 della Serie C.

Hockey inline Asiago Black-Out derby Newts vittoria overtime

Domenica i giovani dell’Under 14 si sono aggiudicati con facilità il derby contro i Diavoli Vicenza per 23 reti a 3, un risultato ampio ma frutto dello spazio dato a tutti gli arancioneri, che siglano “almeno una rete per ognuno dei giocatori scesi in pista” sul campo di Asiago.
Dopo le Viperette, sempre tra le mura di casa, è toccato ai ragazzi dell’Under 18 Elite che si sono imposti con un netto 11 a 1 contro i coetanei dei Rhinos Treviso.
In serata è stata la volta della ‘nuova’ Serie C dei Vipers, impegnati anche loro contro i Rhinos Treviso e vincitori per 10 a 3, con alcuni giocatori di entrambi gli schieramenti che hanno fatto ‘doppietta’ giocando due partite in meno di 3 ore (alcuni anche tre in meno di 24 ore).


La gara si mette subito bene per l’Asiago, grazie a una partenza convinta che porta alla fulminea doppietta del ‘Sindaco di Vezzena’ Spiller. Dopo 4’22” addirittura è 0-3 grazie al tocco a porta spalancata di Tessari su assist al bacio di Belcastro. Il Ferrara sostituisce il portiere e reagisce trovando l’1-3 con Holding, perso da Rodeghiero, e quindi il primo dei cinque gol in superiorità numerica con Crivellari. Con l’uomo in più arriva anche il 2-4 di ‘Rolly’ Munari la cui conclusione sbatte prima sulla traversa e quindi sulla schiena del portiere prima di finire in rete. I padroni di casa tornano sotto poco più tardi: Facchinetti respinge il tiro di Dell’Antico, in agguato c’è Wakefield che insacca. Pronta la replica dei Vipers: tiro di Matteo Rossetto, sfortunata deviazione di Veronese che mette fuori causa Cipriano. Nel finale altra inferiorità numerica, pochi pericoli, ma un errore di Rossetto ‘senior’ spiana la strada a Crivellari che accorcia a 13” dall’intervallo.

Nel secondo tempo, dopo le occasioni di Wakefield e Crivellari e il brivido sul retropassaggio di Vellar, arriva il secondo power-play per i Vipers, con Matteo Rossetto che, al volo su assist del fratello Alessandro, riporta nuovamente a +2 i compagni. Di penalità in penalità e stavolta è Ustignani dalla distanza a beneficiare di una deviazione sotto porta che beffa il ‘Facco’. Arriva una nuova superiorità numerica per gli estensi, ma stavolta la penalità viene ‘uccisa’ dalle Vipere e, sugli sviluppi di una ripartenza, un assist di Berthod, proprio per Belcastro, viene deviato involontariamente da Ustignani alle spalle di Cipriano per il momentaneo 5 a 7. Potrebbe essere il colpo del ko, ma l’Asiago si complica la vita con un fallo di Schivo ai danni di Holding e conseguente penalità partita per il n.24 arancionero. Ferrara può così giocare fino quasi alla fine con l’uomo in più, riuscendo a completare la rimonta con altre due reti di Crivellari che vince da ogni posizione il duello con Facchinetti. Tutto da rifare. A 21” dal termine Tessari, con Cipriano ormai fuori causa, si ritrova un po’ troppo sotto porta e spara sulla traversa con i compagni già a mani alzate.

Arriva l’overtime, dove si registrano poche occasioni tra cui un palo colpito da Ustignani.

Si va quindi ai rigori: Dell’Antico porta avanti Ferrara, Tessari si prende la responsabilità del rigore da ‘dentro o fuori’ e rimette tutto in equilibrio. Si va ad oltranza, sbagliano in tanti, e allora ci pensa di nuovo Matteo Tessari a mettere in cassaforte quel punto in più, importante per la classifica.


I risultati della 14^ giornata

Milano House@Quanta – Diavoli Vicenza  3 – 0
Ferrara Warriors – Asiago Vipers  7 – 8 (rigori)
Cittadella HP – Cus Verona  5 – 4
Old Style Torre Pellice – Monleale Sportleale  7 – 3
Tergeste Trieste – Edera Trieste  1 – 8


La classifica

Classifica


Rivedi la partita contro il Ferrara


Credit: foto Vanessa Zenobini