Ponte Valgadena, un’altra giovane vita spezzata

Ponte Valgadena Foza Enego suicidio

Una brutta notizia arriva da Enego, dove questa mattina le autorità sono state allertate per la presenza di un’auto in sosta sul ponte Valgadena.

A notare il mezzo, un carabiniere forestale che si recava al lavoro. Sul parabrezza, un biglietto in vista con l’ultimo pensiero rivolto alla famiglia. A togliersi la vita è stato un giovane di 20 anno originario di Noale, in provincia di Venezia. Stando alle prime ricostruzioni, la tragedia si sarebbe consumata già nella serata di ieri e le motivazioni sarebbero da ricondurre alla difficoltà nel superare alcuni esami universitari. Questa mattina i genitori del giovane, preoccupati, si erano recati a denunciarne la scomparsa alle autorità.

Sul posto sono accorsi i Carabinieri di Enego, i Vigili del Fuoco di Asiago e il personale medico. Dopo il recupero della salma, sarà il medico legale a constatare il decesso.


Esistono molteplici possibilità di aiuto, ascolto e sostegno offerte da associazioni e persone che conoscono i problemi legati ai disagi personali che possono affliggere chiunque in determinate fasi della vita. L’invito per chi dovesse trovarsi in difficoltà temporanea o in condizioni psicologiche di instabilità emotiva è di contattare gli operatori del numero unico attivi 24 ore su 24, come il Telefono Amico (02.2327.2327), il Telefono Azzurro (1.96.96), il Progetto InOltre (800.334.343) e la Fondazione Di Leo (800.168.768).


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA