“Margini” di Niccolò Falsetti conquista la 26^ edizione del Gallio Film Festival

Sabato 29 luglio, si è concluso il concorso della 26esima edizione del Gallio Film Festival del Cinema Italiano Opere Prime.
Il festival, anche quest’anno ha avuto un’ottimo riscontro di presenze con un pubblico appassionato e particolarmente attivo anche nei dibattiti con i registi presenti alle proiezioni di film.
.
A conquistare l’ambito premio Ermanno Olmi per il miglior film è stato “Margini” di Niccolò Falsetti, per “aver saputo raccontare con tono leggero ma mai banale e un’allegria dal retrogusto amaro, il caotico e sincero inno alla vita di tre giovani che la provincia (Grosseto) vorrebbe relegare ai margini mentre essi rivendicano con forza il diritto a sognare in grande, costi quel che costi
A consegnare il riconoscimento in una sala del Cineghel sold out, è stato il presidente dell’associazione Gallio Film Festival, Sergio Sambugaro.
.

Il gran premio della giuria Emidio Greco è andato invece al film “Diario di Spezie” di Massimo Donati, mentre quello di miglior attore all’interprete a Luca Bertoldi interprete di “Rispet” film che ha conquistato anche il premio alla regia con Cecilia Bozza Wolf.

A Valentina Carnelutti interprete de “L’uomo senza colpa” e “Margini” è stato assegnato  invece il premio per la migliore attrice.  Conferiti durante la serata anche il premio alla miglior sceneggiatura, il premio giovani e il premio del pubblico.

Alla serata di conclusione, presenti anche vice sindaco di Gallio Maria Mosele,  il delegato alla cultura Giandomenico Stella, gli organizzatori e la giuria tecnica composta da professionisti del mondo del cinema e dell’informazione giornalistica.

Il festival, proseguirà fino a domenica 6 agosto con “Storie dell’altro cinema”, proiezioni serali di opere prime e seconde internazionali.

Tutti i premi assegnati

  • premio Ermanno Olmi per il miglior film a “Margini” di Niccolò Falsetti
  • gran premio della giuria Emidio Greco a “Diario di Spezie” di Massimo Donati
  • miglior regia a Cecilia Bozza Wolf per “Rispet
  • miglior sceneggiatura ad Antonio Bigini per “La proprietà dei metalli
  • miglior attore a Luca Bertoldi per “Rispet
  • miglior attrice a Valentina Carnelutti per “L’uomo senza colpa” e per “Margini
  • premio Giovani a “L’uomo senza colpa” di Ivan Gergolet
  • premio del pubblico a “I pionieri” di Luca Scivoletto
.