Roana, sempre più profonda la spaccatura tra maggioranza e opposizione

Comune di Roana

Si è aperta con un fuoco di fila la seduta del consiglio comunale di ieri sera, con il capogruppo della minoranza Carlo Stefani che ha immediatamente fatto rilevare l’opportunità di riprendere gli incontri in presenza. L’altro tema caldo toccato subito dalla minoranza ha riguardato l’impossibilità di accedere ad alcuni atti pubblici, come il parere del dottor Timpano, costato più di duemila euro, nonostante le numerose richieste e le pec inviate agli uffici del Comune. Questione che si è risolta con un nulla di fatto, considerato che il sindaco sembra avere posto il visto di riservatezza sull’atto, giustificando l’azione con la normativa contenuta nell’articolo 10 del Tuel, il quale però prevede anche che venga addotta una motivazione valida, ad oggi non nota.

A stretto giro è arrivata anche la contestazione del consigliere di opposizione Ermanno Frigo che, nella discussione sulla cessione di un’area per l’edificazione di una lottizzazione, ha evidenziato il cambio di rotta dell’amministrazione in merito alle politiche sul consumo di suolo, fino all’anno scorso punto forte della maggioranza.

Nemmeno l’investimento di 168 mila euro per la piscina comunale mette pace tra le parti con un’opposizione che, pur d’accordo con la necessità di sostituire gli infissi dell’impianto, non si spiega tutt’ora le controversie avviate con il gestore Angelo Roffo.

Per non parlare della pioggia di fondi distribuiti tra acquisto dello scuolabus, interventi sul Museo dei Cuchi ed eventi estivi da 40 mila euro ciascuno. Cifre che hanno destato parecchi interrogativi nella minoranza, la quale si è sentita rispondere che l’amministrazione non è tenuta a fornire alcuna spiegazione circa la linea adottata.

Bersaglio, nelle risposte piccate dirette all’opposizione, anche la categoria dei giornalisti, ai quali nonostante tutto l’amministrazione si è spesso rivolta nelle ultime settimane per portare avanti le crociate del Comune. In un’epoca segnata da forti difficoltà di comunicazione con l’amministrazione di Roana, i giornalisti sembrano essere invece un importante veicolo di informazioni e un megafono al servizio dei cittadini.