Bigon (PD): “Più accessi per le facoltà di Medicina, accolto il nostro emendamento”

Anna Maria Bigon

Il Consiglio regionale Veneto ha accolto nel Defr un emendamento del PD che ha come obbiettivo l’aumento degli accessi alle facoltà di medicina. Lo rende noto, attraverso un comunicato stampa, Anna Maria Bigon, consigliera del Partito Democratico:

Occorre allargare il numero degli accessi alle facoltà di Medicina per affrontare l’emergenza personale che la pandemia ha evidenziato in tutta la sua drammaticità. Nel Defr, è stato accolto un nostro emendamento che va in questa direzione: la Giunta del Veneto deve farsene carico nella Conferenza Stato-Regioni”.

Oltre all’incremento dei posti per le facoltà di medicina, l’emendamento ha anche l’obbiettivo di spingere la Regione, in sinergia con il Ministero della Salute, a mobilitarsi per ottenere un aumento dei fondi destinati alle borse di studio delle scuole di specializzazione medica. A tal proposito la vicepresidente della commissione Sanità continua:

“Siamo di fronte a un paradosso: le richieste non mancano, ma i posti disponibili sono troppo pochi. È un tema su cui ci siamo già confrontati nelle scorse settimane e su cui siamo d’accordo. L’emendamento prevede un secondo impegno, quello di attivarsi, in coordinamento con il Ministero della Salute, affinché siano incrementati i finanziamenti per le borse di studio delle scuole di specializzazione medica. Investire in sanità, anche sfruttando le risorse del Pnrr, deve essere una priorità assoluta, ma non solo quando i soldi li mette lo Stato”, conclude Anna Maria Bigon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA