Hockey ghiaccio: l’Italia non fa punti con la Slovacchia. Domani ultima chanche contro il Kazakistan.

Hockey ghiaccio Italia Mondiali Helsinki Finlandia 2022 Slovacchia Gregorio Gios

Per la Nazionale senior dell’Italia non arrivano punti neanche contro la Slovacchia. Nella penultima partita del girone gli Azzurri hanno ceduto per 3 reti a 1 contro la nazionale slovacca sprecando una sorta di secondo ‘bonus match’ per cercare punti in attesa dello scontro decisivo in programma domani, lunedì 23 alle ore 15:20 con il Kazakistan.

Prima partita serale per il Blue Team che dopo il turno di riposo di ieri, ritrova Andreas Bernard titolare tra i pali. 93.0% di parate nelle tre partite disputate, il goalie azzurro sta svolgendo perfettamente il lavoro richiesto per mettere l’Italia nelle condizioni di salvarsi. Ci sono andati vicini con la Danimarca e ad un passo con la Francia, oggi, in quella che è la sesta partita al Mondiale, sarà necessario un gran lavoro anche da parte dell’attacco (4 reti alla Germania).

Come a Bratislava nel 2019, anche in Finlandia sarà l’ultima partita a decretare la permanenza dell’Italia ai Mondiali di Top Division.

Hockey ghiaccio Italia Mondiali Helsinki Finlandia 2022 Slovacchia

 

L’analisi di Greg Ireland a fine partita: “Sono stati 60 minuti giocati bene contro una squadra veramente molto forte. Abbiamo dato tutto quello che avevamo, su questo ne sono certo. Giochiamo ad un livello altissimo in cui spesso fanno la differenza i giocatori dell’NHL. Noi non ne abbiamo quindi chiedo ai ragazzi di giocare una partita perfetta per poter fare risultato. Purtroppo l’hockey non è uno sport facile da giocare, ci sono troppi fattori che influiscono sulla prestazione e quando per via di questi abbandoniamo il sistema anche per pochi istanti, a questi livelli ne paghi le conseguenze. Tutto sommato, considerando la nostra situazione e le nostre prestazioni, penso che meritiamo rispetto per quello che stiamo facendo. I ragazzi, ma non solo, stanno facendo sacrifici enormi e svolgendo un lavoro straordinario che merita di essere apprezzato, al di là del risultato.”


Il resoconto della partita

Hockey ghiaccio Italia Mondiali Helsinki Finlandia 2022 Slovacchia portiere

Senza sorprese è la Slovacchia a fare il gioco già dai primi minuti. Muovono il disco molto bene in zona d’attacco utilizzando spesso un attaccante che gioca alto all’altezza della linea blu in modo da andare più facilmente alla conclusione con i restanti giocatori a fare traffico davanti alla porta. C’è più spazio del solito per l’Italia che può spesso ripartire in contropiede e trova diverse soluzioni per andare alla conclusione con Mantinger, Mantenuto e Diego Kostner i più pericolosi. La parità regge poco più di 10 minuti con la Slovacchia a sbloccare il match. Prima linea sul ghiaccio che entra in zona d’attacco con velocità e qualità. Kristof allarga per l’inserimento del difensore Fehervary (Washington Capitals) che va subito da Slafkovsky. Sul tiro in porta del 18enne con il solito traffico davanti, Bernard concede un rebound messo in rete da Kristof che finisce l’azione che aveva iniziato. Subisce il colpo la formazione di Ireland che fa fatica a proporsi in attacco come prima mentre la Slovacchia si avvicina al gol più di una volta. Due occasioni consecutive in breakaway per Samuel Takac ma Bernard chiude la porta fino a quando nell’ultimo minuto di gioco, il solito Slafkovsky avanza in attacco e serve Adam Sykora (17 anni) che mette il disco all’incrocio dei pali con 6 secondi rimanenti sul cronometro.

Rischiano di mettersi malissimo le cose ad inizio secondo tempo con la Slovacchia che accelera in transizione, va al tiro veloce con Takac e sul rebound Martin Fehervary sbaglia uno dei gol più facili della sua carriera. Ringrazia l’Italia che poco dopo torna in attacco sfruttando un power-play a seguito di un fallo in attacco di Lantosi. Con l’uomo in più c’è una doppia grande occasione con Mantenuto che colpisce il palo con un tiro da fuori mentre sul rebound successivo, Adam Huska fa una parata fantastica su Alex Petan. C’è da difendere per il resto del secondo periodo. Due volte con l’uomo in meno, diventa sempre più difficile recuperare il ritmo e stare dietro agli slovacchi che continuano a spingere senza troppi scrupoli. Nove parate per Bernard che rimane imbattuto nei 20 minuti centrali ma deve ringraziare la traversa colpita da Takac e un tiro ravvicinato di Liska fuori di pochissimo (altro assist di Slafkovsky).

Sotto di due reti ad inizio terzo tempo, comincia per l’Italia la missione rimonta. In netta difficoltà nei primi minuti, gli azzurri soffrono a creare gioco ed è ancora Bernard a salvare il risultato. Sembra tutto molto complicato ma nel peggior momento della partita, in power play su assist di Simon Kostner, Alex Trivellato spara uno slapshot all’incrocio dei pali…l’Italia è in partita. Con il match aperto all’improvviso, ci credono gli azzurri che tornano ad attaccare ma il tutto viene spento da una penalità inflitta a Di Perna. Chiamata al limite che inizialmente viene considerata da 5 minuti prima di venire ridotta a 2 dopo il replay. Spingendo per segnare la Slovacchia va vicina al gol due volte (miracoli di Bernard) prima di trovarlo con Tamasi che appoggia in rete un disco perso nel traffico e fa 1-3. L’Italia torna con l’uomo in più con 2 minuti e 24 secondi da giocare. In panchina Andreas Bernard, dentro il sesto giocatore di movimento per cercare due reti che però non arrivano. Si chiude bene la Slovacchia che tiene lontani gli italiani per la maggior parte del tempo. Pericolosi solo con un tiro di Pietroniro negli ultimi 30 secondi, la partita finisce sul 3 a 1.


Gli highlights

Segui l’ultima partita contro il Kazakistan


Le classifiche del Mondiale

Hockey ghiaccio Italia Mondiali Helsinki Finlandia 2022 classifica giornata 6


Il Calendario dei Mondiali

Sabato 14 maggio
ore 15:20  Svizzera – Italia  (5 – 2)

Domenica 15 maggio
ore 11:20  Italia – Canada   (1 – 6)

Martedì 17 maggio
ore 15:20  Italia – Danimarca   (1 – 2)

Mercoledì 18 maggio
ore 15:20  Francia – Italia   (2 – 1 O.T.)

Venerdì 20 maggio
ore 15:20  Germania – Italia   (9 – 4)

Sabato 21 maggio
ore 19:20   Italia – Slovacchia   (1 – 3)

Lunedì 23 maggio
ore 15:20  Kazakistan – Italia


Roster Italia

Andreas Bernard (1 – portiere)
Davide Fadani (35 – portiere)
Justin Fazio (32 – portiere)

Lorenzo Casetti (17 – difensore)
Dylan Di Perna (90 – difensore)
Gregorio Gios (44 – difensore)
Daniel Glira (21 – difensore)
Enrico Miglioranzi (15 – difensore)
Phil Pietroniro (37 – difensore)
Peter Spornberger (10 – difensore)
Alex Trivellato (53 – difensore)

Ivan Deluca (46 – attaccante)
Daniel Frank (94 – attaccante)
Luca Frigo (93 – attaccante)
Dante Hannoun (82 – attaccante)
Marco Insam (8 – attaccante)
Diego Kostner (22 – attaccante)
Simon Kostner (23 – attaccante)
Marco Magnabosco (95 – attaccante)
Daniel Mantenuto (9 – attaccante)
Matthias Mantinger (91 – attaccante)
Brandon McNally (74 – attaccante)
Alex Petan (19 – attaccante)
Marco Sanna (5 – attaccante)
Tommaso Traversa (88 – attaccante)

Direttore Sportivo: Stefan Zisser

Capo Allenatore: Greg Ireland
Assistente Allenatore: Larry Huras
Assistente Allenatore: Giorgio De Bettin
Assistente Allenatore / Video Coach: Diego Scandella
Allenatore Portieri: Cameron MacDonald
Preparatore Atletico: Stephen Breisner

Team Leader: Nicola Basso
Attrezzisti: Ivo Dalsasso, Felice Zandegiacomo
Fisioterapisti: Carlo Ramponi, Guido Tonelli
Dottore: Giovanni Costacurta


Credit: FISG, foto e video IIHF