Assegnata la bandiera verde all’Ecomuseo Cimbro dei Sette Comuni. 

Quest’anno sono ben 19 le bandiere verdi che Legambiente ha assegnato all’arco alpino premiando realtà, comunità, imprese e start-up, amministrazioni locali, ma anche singoli cittadini che si danno fare per valorizzare il territorio montano rispettando l’ambiente. Sostenibilità ambientale, tutela e valorizzazione del paesaggio, agricoltura e filiera agroalimentare, innovazione e servizi smart, comunità locali che fanno rete, sono tra le parole chiave dei vessilli green 2022 che sventolano in Italia, tra queste l’Ecomuseo Cimbro dei Sette Comuni.

La motivazione

Per la realizzazione dell’Ecomuseo Cimbro dei Sette Comuni (Comune di Rotzo – Provincia di Vicenza), risultato di uno sforzo profuso nella valorizzazione ambientale e storica degli antichi percorsi e sentieri e per l’attenzione rivolta all’aspetto etnografico/culturale del paese e delle sue radici Cimbre e preistoriche.

Ecomuseo Cimbro dei Sette Comuni

L’Ecomuseo è stato realizzato nel 2021 grazie all’impegno profuso dalla comunità di Rotzo, amministratori, agricoltori, storici, progettisti e volontari. Rientra nel progetto di rilancio turistico fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rotzo. Tenacemente sostenuto dal Sindaco Aldo Pellizzari (recentemente scomparso) e dai suoi collaboratori, è espressione di una visione alternativa a quella dei grandi eventi. Un turismo sostenibile fatto di una rete di mobilità dolce, finalizzato alla tutela etnografico-culturale di Rotzo e delle sue radici Cimbre e preistoriche. Racconta di una comunità di montagna che si è organizzata nei secoli attraverso una propria forma di autogoverno impostata sulla proprietà collettiva dei beni agro-silvo-pastorali. Sistema che ancora oggi vive nella gestione del patrimonio dei boschi, dei pascoli e delle malghe, che di fatto appartengono ancora alla comunità.

C. stampa