Roana, il Sindaco ignora l’invito dei cittadini al confronto pubblico

Caffè col Sindaco

Martedì sera, presso la sala dell’albergo Alla Posta, numerosi cittadini di Roana si sono riuniti su invito dell’avvocato Fabio Azzolini, che ormai da tempo si sta profondendo nel reperimento di soluzioni valide ai problemi che riguardano la gestione della cosa pubblica del suo comune.

Azzolini, in qualità di cittadino interessato e basandosi sulle competenze legali riconducibili alla sua professione, è tornato sul tema dell’ex Istituto Elioterapico di Mezzaselva, in merito al quale nelle ultime settimane ha intrattenuto una fitta corrispondenza con gli uffici comunali e la Regione Veneto. E proprio di questo, così come del piano di riordino delle terre di uso civico, materia che ben si interseca con quella dell’istituto e in relazione alla quale è stata anche lanciata l’idea di una raccolta firme per la costituzione di un Comitato volto a condurre una gestione separata del patrimonio, avrebbe voluto dibattere con l’amministrazione comunale, certamente impegnata in altre faccende istituzionali di rilievo, nel corso dell’incontro aperto al pubblico che si è tenuto a Roana.

L’invito rivolto alla sindaca Magnabosco e ai componenti della sua amministrazione si inserisce naturalmente nel solco della proposta che nel 2019 era stata più volte oggetto della campagna elettorale della stessa, sotto lo slogan del “caffè col Sindaco”. Un’iniziativa lodevole grazie alla quale i cittadini avrebbero potuto dialogare in maniera informale con l’amministrazione, portando alla sua attenzione le problematiche vissute dalla popolazione. Purtroppo però, ad oggi non risulta che tale promessa sia mai stata mantenuta, né su iniziativa dell’amministrazione né tantomeno dei cittadini, come accaduto martedì sera.

“Nel giornalino redatto dall’amministrazione comunale e distribuito sul territorio leggo che il Sindaco si dichiara aperto al confronto in ogni sede e a qualsiasi livello, e proprio questo passaggio ho citato nell’invito che le ho inviato. Ma vedo che questo confronto viene sempre negato e non credo che sia un modo corretto di rapportarsi con i soggetti che si rappresentano, ovvero i cittadini tutti, anche chi non è simpatico”, ha dichiarato con amarezza Fabio Azzolini, il quale ha anche ritenuto opportuno rendere noto ai presenti un episodio del quale è stato protagonista il suo volantino di invito al caffè col Sindaco, in particolare quello esposto proprio nel bar dell’albergo Alla Posta.

“Domenica sera attorno alle 20.30 si sono presentati qui due agenti della Polizia Locale di Roana e hanno consumato un caffè, che hanno apprezzato, probabilmente sostituendosi al Sindaco in questo. Dopodiché hanno asportato il volantino esposto, perché qualcuno ci aveva incollato sopra la foto della Sindaca Magnabosco, ritagliata dal giornalino comunale. Nessun verbale è stato redatto né mi sono state fornite giustificazioni, se non la rassicurazione che non siano ravvisabili profili di natura penale, ma anche dal punto di vista amministrativo non mi hanno saputo dire quali norme fossero state violate. Personalmente non accetto che venga manipolato un volantino che ho provveduto a far timbrare nella dovuta maniera,prosegue Azzolini – ma faccio fatica anche ad accettare che i vigili vengano solamente in questo locale, sede dell’incontro, a sequestrarlo senza redigere un verbale che documenti l’azione. Già mercoledì mattina negli uffici della Polizia Locale mi erano stati promessi i relativi atti che avevo richiesto, ma che poi non ho ricevuto. Una volta che sarò in possesso di tutti gli elementi, valuterò se presentare un esposto in Procura. Ritengo importante che i cittadini conoscano questo aneddoto perché credo che l’imbarazzo inflitto ai proprietari del locale per aver accettato di ospitare un confronto pubblico non sia legittimo né accettabile.”

Adesso che la qualità del caffè è stata testata e visto il freddo pungente che l’inverno sta iniziando a regalarci, sarebbe forse il caso che Azzolini provasse ad offrire alla Sindaca una cioccolata calda, magari anche con un goloso ciuffo di panna.