Sgarbi spettacolo sul palco del teatro Millepini di Asiago

Vittorio Sgarbi

Un vortice potente che ha trascinato la platea nel mondo dell’arte a tutto tondo, a partire da una lectio magistralis su Antonio Canova. Sono bastati appena due minuti ieri sera a Vittorio Sgarbi per ipnotizzare il pubblico del teatro Millepini dopo un’ora di attesa provocata dal traffico intenso che in questi giorni sta invadendo l’altopiano.

Una serata unica nel suo genere, quasi un ritorno a casa per Sgarbi che, oltre a ritrovare l’amico Roberto Rigoni Stern, sindaco di Asiago, ha avuto come spettatrice d’onore la sorella Elisabetta, nota editrice e regista.

Dal 2020 ad oggi, Sgarbi ha visitato spesso l’altopiano, un po’ per diletto e un po’ per curare la mostra su Antonio Ligabue esposta al Museo Le Carceri lo scorso anno, ma anche in previsione della mostra dello scultore asiaghese Paganin al Mart di Rovereto. Un sodalizio promettente che sembra essere in grado di portare ad Asiago visibilità e qualità dal punto di vista culturale.

Vittorio Sgarbi

© RIPRODUZIONE RISERVATA