Ultimato l’Haflinger di Strembo l’ultima opera di Marco Martalar

E’ finalmente ultimata l’Haflinger di Strembo l’ultima opera di Marco Martalar, l’artista di Roana diventato celebre per la serie di grandi sculture in legno realizzate con il legno di recupero degli schianti della tempesta Vaia.
.
L’Haflinger collocato nel parco Giorgio Ducoli di Strembo, in Val Rendena (TN) con i suoi 7 metri di altezza e 5 metri di lunghezza è con ogni probabilità il cavallo in legno più grande d’Europa. 
Costruito con oltre 2000 pezzi di radici di larice e 1800 viti ha richiesto all’artista tre mesi di lavorazione. Un lavoro lungo e con notevoli complicazioni per il fatto che il cavallo è rampante (n.d.r impennato) e poggia solamente su tre punti a terra.
.
L’idea di realizzare un cavallo – racconta Martalar – è nata oltre un anno fa con l’incontro tra me e un gruppo di appassionati degli haflinger, magnifica razza allevata in val Rendena, a memoria del mondo contadino, ed oggi utilizzato per molteplici scopi.
L’Haflinger è un cavallo dalle caratteristiche docili e generose. Ringrazio –  conclude lo scultore di Roana – l’associazione Strembo e Tradizione e il comune di Strembo che hanno reso possibile la realizzazione della statua.  Un’ opera che appartiene a tutta la comunità e alle persone che la visiteranno.”
.
L’opera è già visitabile al pubblico, ma attualmente è ancora circondata da transenne per il completamento dei lavori di messa in sicurezza e dell’illuminazione.
.