Hockey ghiaccio: il derby va al Bolzano. Esplosivo hat trick di Finoro

Bolzano - Asiago
Foto di Serena Fantini

Non arriva l’attesa vittoria stagionale del derby più sentito del campionato, dopo le tre sconfitte precedenti. 7-4 il risultato alla sirena finale, un risultato a dire il vero parecchio bugiardo rispetto alla prestazione dell’Asiago che stasera ha dato quello che poteva, forse anche di più, rendendo la vita difficile al Bolzano. Bolzano che guadagna così tre punti preziosi per l’accesso diretto ai playoff, che otterrebbe ora con certezza con una vittoria contro il Graz e un’eventuale sconfitta dell’Innsbruck nel prossimo match.

Bolzano - Asiago - Giordano Finoro
In foto, l’esultanza di Giordano Finoro dopo il goal – Foto di Serena Fantini

Al di là dei numeri, una sconfitta che brucia proprio per la grande dimostrazione di coesione, capacità e cinismo messa sul ghiaccio dai Giallorossi. Squadra che, nonostante il roster corto, sfodera schemi efficaci e conclusioni sensate. Ma a metterci la firma in senso assoluto questa sera è stato Giordano Finoro, protagonista di tre goal sensazionali guadagnati tutti più o meno nello stesso angolo della porta avversaria. Un hat trick che da tempo non arrivava più e che ha senza dubbio fatto rosicare gli altoatesini, costretti ad accontentarsi di un Di Giacinto tutto sommato presente e meritevole. Ottima anche la prestazione di Marco De Filippo, pronto e reattivo anche nelle ore di punta del traffico Biancorosso nei pressi della sua gabbia.

Insomma, a dispetto dell’esito finale di questo derby, sul ghiaccio c’è stato l’Asiago che vogliamo vedere e che tutti i tifosi sperano di trovare a settembre.

Bolzano - Asiago Curva Sud
La Curva Sud in trasferta – Foto di Serena Fantini

Il resoconto del match

Nel primo tempo l’Asiago parte con convinzione, Gazzola apre i giochi con un tiro dalla distanza, poi Stefano Marchetti dalla blu e Gennaro davanti alla porta non trova la conclusione. Di Giacinto nel suo esordio casalingo allunga per Ford, raggiunge anche Halmo e l’occasione per i Biancorossi è buona ma non abbastanza. Ancora Thomas per Di Giacinto e De Filippo salva in corner mettendoci il gambale. Al 3′ arriva il goal del Bolzano, con Mantenuto che trova l’incrocio dei pali segnando la sua 13ª rete stagionale. Frank viene lasciato libero di avvicinarsi alla porta Stellata ma De Filippo si fa trovare pronto. Fischiato un colpo di bastone a Ierullo che nel tentativo di fermare Frank gli tocca il pattino con la stecca. I padroni di casa non riescono a capitalizzare il power play nonostante l’azione di Ford che arriva fino in fondo ma non conclude. Ierullo esce dal terzo difensivo e arriva sotto la porta di Harvey ma va lungo. Il goalie Giallorosso fa gli straordinari con Miceli, Pietroniro e Halmo che gli scarica addosso un siluro. All’8′ Ierullo si inserisce sull’errore di Alberga e serve Gennaro che colpisce in pieno il palo della porta di Harvey. Ma pochi secondi dopo è ancora Gennaro a rendersi protagonista su assist di Rapuzzi: vinto l’ingaggio, il disco sfila sopra Di Giacinto e buca Harvey sotto l’incrocio dei pali regalando il pareggio all’Asiago. Michele Marchetti tenta il contropiede, Miglioranzi lo atterra con le cattive ma nonostante l’evidente sgambetto ai danni dell’attaccante Stellato nessun fischio arriva dalla quaterna arbitrale. Il fischio arriva di nuovo per Ierullo sull’ostruzione ai danni di Halmo. Finisce fuori la conclusione di rovescio di Di Giacinto, Thomas scarica lo slash, De Filippo para. Gazley per Ford. Poi spara Vandane, De Filippo dice ancora di no. Ci riprova Ford, Casetti devia. Ma al 13′ Gazley si accentra nel cerchio d’ingaggio e beffa il goalie ospite segnando la rete del 2-1 per i padroni di casa. L’Asiago non ci sta e pochissimi istanti dopo Finoro, marcato stretto da Teves dietro la porta Biancorossa, compie il miracolo infilando il disco libero nell’angolo alle spalle di Harvey, riportando in pareggio il risultato. Il lungo review per una possibile ostruzione sul goalie di casa di Finoro col pattino ai margini dell’area blu convalida infine il goal. Dopo una manciata di secondi Vandane fredda De Filippo con un siluro dalla distanza e riporta avanti i suoi. Al 17′ Parlett carica Magnabosco e sconta due minuti per crosschecking regalando all’Asiago un power play non sfruttato. Il primo riposo arriva con il Bolzano avanti di una rete: 3-2.

La frazione centrale si apre con un’ottima occasione per i Biancorossi, buttata al vento da Vandane che toglie il disco dalla stecca di Thomas, solo nello slot. Ma già nel primo minuto di gioco Halmo finta e Gazley raddoppia il vantaggio in contropiede. Al 5′ Stefano Marchetti cerca la conclusione sul rebound concesso da Harvey. Halmo salta facilmente Casetti, arrivando a depositare alle spalle di De Filippo il goal del 5-2. L’Asiago reagisce subito con grinta e un minuto più tardi Misley accentra per Finoro che insacca in due tempi la sua doppietta. Conclusione di Gennaro che finisce oltre la traversa. Il goalie Stellato non lascia passare Frigo. È il 14′ quando Finoro sigla il suo hat trick della serata aggirando la gabbia e indovinando l’angolo giusto della porta, confermando la bontà della scelta della società asiaghese in merito al prestito richiesto dagli altoatesini. Vallati sconta due minuti in panca puniti e il Bolzano sostituisce Harvey con una vecchia conoscenza dell’Asiago: è il momento di affrontare Johnny Vallini in gabbia. Le formazioni vanno al secondo riposo ancora nella situazione di un goal in più per i padroni di casa: 5-4.

Il terzo periodo vede ancora Vallati a scontare due minuti per trattenuta ai danni di Frigo. Il Bolzano non riesce a impensierire più di tanto i Leoni, che si oppongono facilmente all’ennesimo penalty killing della serata. Il match si fa più fisico e teso. Valentine serve Halmo che va allo slapshot. A metà dell’ultimo tempo l’Asiago è in superiorità numerica dopo l’ostruzione di McClure su De Filippo. Mantenuto esce dal terzo difensivo e prova a sparare sul goalie ospite, che dice ancora no. Stefano Marchetti sgancia una fiondata, Vallini ci mette la protezione. Al 13′ Frank si impossessa del disco e lo passa a McClure che lo infila sotto l’incrocio dei pali, togliendo le speranze ai Giallorossi. McClure ancora su De Filippo, che finisce nella gabbia a gambe per aria, ma stavolta non c’è fallo. Barrasso tenta il forcing col sesto uomo in movimento e, regolare, di fronte a un Beaulieu inerme arriva l’empty net di Frigo che chiude la partita col risultato di 7-4 per il Bolzano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA