Asiago, Rigoni Stern ufficializza la candidatura: “Mi propongo per il terzo mandato”

Dopo l’approvazione della legge sul terzo mandato si poteva considerare un po’ un segreto di Pulcinella, ma come sempre le voci di corridoio necessitano di essere rese ufficiali. E proprio questa mattina la notizia è stata confermata dal diretto interessato, Roberto Rigoni Stern, che ha annunciato la propria candidatura alle prossime elezioni amministrative di giugno.

Il Sindaco uscente ha alle spalle vent’anni di esperienza amministrativa, gli ultimi dieci dei quali alla guida della lista Viva Asiago che ha condotto la cittadina collocata al centro della conca altopianese a una crescita florida dell’economia turistica e commerciale, tutelando il territorio con una limitazione del consumo di suolo, come attestato dalla recente conclusione positiva della lunga controversia legale con alcune società immobiliari.

Rigoni Stern, nel compiere un excursus delle opere realizzate nel corso del quinquennio trascorso, ha comunicato che in vista del suo terzo mandato ci sarà più di qualche cambiamento all’interno della lista, con almeno cinque soggetti che verranno sostituiti da volti nuovi e giovani, tutti al di sotto dei quarant’anni di età. Una candidatura che presumibilmente mira a dare seguito alle politiche messe in atto finora, anche in un’ottica di prosecuzione dei progetti di cui l’attuale Giunta ha già posto le basi.

”Asiago è una città sempre più proiettata verso il futuro e che può disporre di elementi in grado di fornirle grandi prospettive di sviluppo – ha affermato Rigoni Stern – La strada è tracciata e la nuova amministrazione porterà con sé un grande bagaglio di esperienze, assieme ai giovani che sono il futuro di questo paese, in un’ottica di ricambio generazionale e di continuità, pur in un contesto di rinnovamento.”

Il Sindaco uscente ha riassunto alcune conquiste dell’amministrazione: “Tra i grandi obiettivi raggiunti, annoveriamo l’inaugurazione del nuovo ospedale, che attendevamo da tempo, ha dato stabilità ai nostri servizi sanitari. Una battaglia condivisa da tutte le amministrazioni e dalla popolazione che è stata la massima espressione dell’unione da sempre tipica della Spettabile Reggenza. Un imprescindibile punto di partenza per potenziare i servizi sanitari a favore dei cittadini”.

Un occhio di riguardo è stato dedicato agli anziani con la riqualificazione della casa di riposo, ampliandola negli spazi dell’ex caserma Riva, e alle famiglie per rispondere al problema del calo demografico, anche con l’apertura della scuola dell’infanzia, offrendo un’ulteriore scelta per la formazione didattica dei bambini.

”Il lavoro sul turismo – commenta il Sindaco – è stato importante e viene riconosciuto anche dai proprietari di seconde case, dando atto di una località che si sta migliorando e riposizionando sul piano turistico nazionale. L’incremento dei numeri parla chiaro: dai 44.358 arrivi del 2015 ai 69 mila del 2023, con quasi 30 mila presenze in più registrate negli ultimi anni. Numeri cresciuti anche grazie all’imponente campagna mediatica che ha visto circa trecento servizi televisivi sul piano nazionale. Non solo, le attività turistiche finalizzate alla destagionalizzazione hanno promosso a traino dell’economia locale il piccolo commercio territoriale.”

Uno dei prossimi obiettivi riguarda il raggiungimento dell’auto-sostenibilità energetica da parte del territorio di Asiago. Ma in cantiere c’è anche la ristrutturazione dello stadio del ghiaccio, con l’ipotesi di realizzare addirittura un nuovo impianto. L’avvio della procedura d’appalto per il nuovo centro sportivo in località Mörar è in fase di avanzamento, così come la pista ciclabile che collega in un’ottica di contiguità il Millepini al Kaberlaba.

“Questo cambiamento ha richiesto vent’anni di progressioni, con assunzione di rischi, esperimenti e sostegno alle attività economiche del territorio. Non è un lavoro che si fa in cinque anni”, ha concluso Roberto Rigoni Stern, leader della lista Viva Asiago.

Il video integrale della conferenza stampa

© RIPRODUZIONE RISERVATA