Il 3 luglio la 36^ edizione del Giro del Medio Brenta con arrivo a Gallio. In gara anche l’altopianese Matteo Ambrosini

Tradizionale scalata altopianese e circuito-finale in quota con traguardo a Gallio

Domenica 3 luglio si disputerà la 36^ edizione della celebre classica estiva Giro del Medio Brenta, promosso dal Veloce Club Villa del Conte.
La competizione, Classe 1.2 Elite-Under 23 Open (aperta ai corridori dilettanti e professionisti dei team Continental e Professional), dalla fondazione ha come fulcro centrale l’Altopiano di Asiago, che è stato scalato negli anni lungo vari versanti e percorsi e la veloce discesa in pianura, fissando dall’edizione del 30ennale 2015 il circuito finale in quota con traguardo a Gallio.
.
Il programma conferma il raduno-mattutino alla “Ballan spa” di Abbazia Pisani di Villa del Conte (8.30-12.45), il trasferimento di 3 km. con partenza-ufficiale alle ore 13 dal centro di Villa del Conte con un ampio circuito-locale di cinque giri (15 km) e mezzo per Busiago, Marsango-semaforo, Pieve di Curtarolo, Campo San Martino-semaforo, Paviola, San Giorgio in Bosco-semaforo, Villa del Conte, con vari Traguardi Volanti.

Dopo le iniziali tornate si percorre la sp-ss 47 Valsugana fino a Cittadella al km. 91.4 (otto volte traguardo quando si rientrava in pianura) lungo la Cinta Murata quale transito Alta Padovana Tour-Grand Prix, Bassano del Grappa (ponte sul Fiume Brenta), iniziando la spettacolare ascesa dell’Altopiano di Asiago lungo Marsan, Marostica-rotonda, Vallonara sp 71, Crosara, Bivio 4 Strade, Gomarolo-Fontanelle, Conco sp 72 , Bocchetta Galgi, svolta Bivio Sasso, Stoccareddo (GPM alla Chiesa), Buso-ponte, Campanella sp 76, Sambugari, Valderonchi-Via IV Novembre e primo passaggio sotto il centrale-traguardo di Gallio.

Si affronterà poi un altro giro di 25 km (Rotonda Turcio, Sasso, Stoccareddo con un 2° GPM, Campanella, Bivio-Sambugari e Gallio) per complessivi 172 km e conclusione (a seconda della media-oraria e meteo) alle 16.30/17.
.
Dopo le iniziali tornate si percorre la sp-ss 47 Valsugana fino a Cittadella (otto volte traguardo e passando lungo la Cinta Murata-centro storico), Bassano del Grappa (Ponte Nuovo sul Fiume Brenta); iniziando la spettacolare ascesa dell’Altopiano di Asiago lungo Marotte, Vallonara sp 71, Marostica, Crosara, bivio Quattro Strade, Gomarolo-Fontanelle, Conco sp 72 , Bocchetta Galgi, svolta-bivio Sasso, Stoccareddo (GPM alla Chiesa), Campanella sp 76 e Gallio.
.
I corridori affronteranno poi un altro giro di 25 km (Rotonda Turcio, Sasso, Stoccareddo, Campanella, bivio-Sambugari e Gallio) per complessivi 178 km e conclusione (a seconda della media-oraria e meteo alle 16.30/17).

Il Giro del Medio Brenta, valido per il Trofeo internazionale Grand Prix Città Murata, diretto da Pierluigi Basso con il Veloce Club Tombolo (le altre due prove GP Sportivi di Poggiana-Riese Pio X e Alta Padovana Tour), rappresenta uno dei fiori all’occhiello del ciclismo italiano, con un importante Albo d’Oro di podi e vincitori, tra cui i trionfatori del Giro d’Italia Gilberto Simoni e Damiano Cunego, Giorgio Furlan (Milano-SanRemo e tricolore), Dario Bottaro, Fausto Masnada (solitario nel nubifragio a Gallio 2016 e oggi protagonista al team Deceuninck-Quick Step).

L’anno scorso la corsa si è conclusa sotto un diluvio con la brillante vittoria sudamericana di Didier Merchan Cardona del team colombiano governativo “Colombia Tierra de Atletas”.

In gara anche l’altopianese Matteo Ambrosini

Molta attesa per l’edizione di quest’anno che vedrà  al via anche l’ex-pattinatore azzurro Matteo Ambrosini portacolori del team continental bergamasco-padovano Colpack Ballan. Dopo l’eneghese Andrea Pasqualon recente vincitore del Circuit de Wallonie, l’altopiano può vantare un altro atleta nel ciclismo che conta.

Tabella di marcia e altimetria