Camporovere, il lupo fa capolino tra le case

Verrebbe da gridare: “Attenti al lupo!”, ma da pronunciare c’è solo un’esclamazione di meraviglia per la fortuna di poter osservare uno dei silenziosi abitanti dei boschi dell’altopiano.

È accaduto ieri a Camporovere, dove una famiglia si trovava nel giardino della propria abitazione, nei pressi del cimitero del paese, quando ha avvistato un lupo solitario che avanzava nella neve. L’animale si è lasciato distrarre solo per un attimo dalle voci dei suoi osservatori, per poi proseguire spedito in direzione di Asiago, dimostrando ancora una volta la propensione ad evitare il contatto con gli umani.

Si tratta, con molta probabilità, dello stesso esemplare che nelle ultime settimane ha frequentato, come di consueto per i lupi che si aggirano nel territorio, i boschi di Roncalto, dove era persino scappato inseguito da un cane di taglia medio-piccola. Nulla di strano, se si considera che l’abbondante neve scesa martedì ha reso difficoltoso il reperimento di cibo in quota e che quindi tutti gli animali si spingono temporaneamente più a valle per sopravvivere.

Nonostante le evidenze, c’è ancora chi insiste con l’allarmismo: “È l’ennesimo episodio di un lupo che tranquillamente si aggira nelle vicinanze delle abitazioni in pieno giorno. I bambini sono spaventati e, così come i genitori, sono preoccupati. Quanto dovremmo aspettare affinché si comprenda che questo è un serio problema? – commenta Giorgio TagliaroLa presenza numerosa dei lupi in altopiano è un fenomeno in espansione e come tale deve essere considerato e trattato, con catture e abbattimenti se necessario. Questa non è una favola come ci vogliono far credere i promotori di un ambientalismo ideologico, ma purtroppo è la triste realtà”.


Il filmato


Credit video: fam. Baù-Mosele

© RIPRODUZIONE RISERVATA