Asiago Hockey: secondo successo contro il Vorarlberg, e altra partita rovinata dagli arbitri

Filippo Rigoni esce infortunato per una pericolosa carica da tergo

Asiago Hockey - Pioneers - infortunio Filippo Rigoni injury

Dopo il disastro del match contro il Vienna, dove gli arbitri sono riusciti a rovinare una partita che poteva regalare un grande spettacolo ai quasi 2000 spettatori presenti, nelle due sfide tra l’Asiago Hockey e i Pioneers Vorarlberg, (questa volta con oltre 3000 tifosi sulle tribune!), i direttori di gara – stranamente gli stessi, anche se divisi, del match contro i viennesi! –  hanno saputo creare nuovamente scompiglio e mettere a rischio l’incolumità dei giocatori nonostante il livello, e prestigio, della ICE Hockey League richieda una buona esperienza di gestione delle partite.

I ragazzi di Tom Barrasso sono riusciti  comunque a recuperare lucidità e a conquistare, con il risultato finale di 5 reti a 3, anche la seconda partita giocata contro gli austriaci del Feldkirch nonostante il forte nervosismo in campo creato dall’atteggiamento degli arbitri.
La scintilla che ha fatto esplodere l’Hodegart è stata una carica da tergo subita dal giovane difensore asiaghese, Filippo Rigoni, e non sanzionata dal capo arbitro che stazionava a poca distanza dai giocatori. Rigoni, va sottolineato, dopo lo scontro proibito in maniera categorica dal regolamento è stato portato fuori dal ghiaccio in barella e successivamente all’ospedale per ulteriori controlli, davanti ad un pubblico sbigottito e incredulo per l’accaduto.
Da quel momento la partita è stata un susseguirsi di colpi duri e accenni di rissa, con i giudici di gara incapaci di riprendere le redini del match, arrivando anche all’allontanamento dal campo del coach dei Pioneers, Marc Hamscheid, innervosito per una penalità poco chiara fischiata contro il suo portiere nel terzo periodo.

Asiago Hockey - Pioneers - Samson Mahbod fight

Ora manca solo una partita al termine della regular season, in programma domenica al Pala Hodegart alle ore 17:30 contro il Klagenfurt, e poi i tanto attesi (e meritati) Playoff.


Il resoconto dell’Asiago

Partenza lampo dell’Asiago che segna dopo 18 secondi con Finoro, ben servito davanti porta da McShane. Gli ospiti rispondono quattro minuti più tardi con Macierzyski, che raccoglie un rimbalzo concesso da Vallini e riesce a ribadirlo in rete. I Pioneers segnano ancora e si portano in vantaggio un minuto più tardi con Heier, che riceve il puck in buona posizione da Erne e lo scaglia alle spalle di Vallini. L’Asiago spreca poi due occasioni quasi consecutive di powerplay, risultando poco pericoloso in avanti. Prima della sirena i Giallorossi si fanno vedere in avanti con Michele Marchetti che conclude centralmente, mentre il Vorarlberg con Metzler, fermato dall’intervento di Vallini.

Nel secondo tempo poco prima della metà della frazione Jacome commette un brutto fallo ai danni di Rigoni #89, che finisce con la testa addosso alla sponda e viene portato fuori dal ghiaccio in barella. A sorpresa gli arbitri non ravvisano nessuna infrazione e fanno proseguire il gioco in 5 vs 5. Poco dopo la ripresa delle ostilità è Vallati a commettere fallo e finire in panca dei punti, i suoi però non si scoraggiano e di difendono con efficacia. I Giallorossi dopo l’episodio che ha visto coinvolto il proprio difensore numero 89 cambiano marcia e iniziano a macinare gioco, pervenendo al pareggio al 13′ con una grande azione corale della prima linea, concretizzata da Misley su uno splendido passaggio no-look di McShane. Gli Stellati continuano a premere in avanti ma senza trovare il goal del vantaggio.

Nel terzo tempo la partita diventa nervosissima e il campo si trasforma in un campo di battaglia, alla fine verranno chiamate 9 penalità minori nel terzo tempo e una da dieci minuti per Macierzyski. Al 12′ gli ospiti passano a condurre con una rete in superiorità numerica di Van Nes. Due minuti più tardi sono i padroni di casa a pareggiare sfruttando un powerplay: McShane serve Michele Marchetti che da posizione centrale buca tra i gambali Schubert. Passano altri due minuti e gli Stellati scappano in contropiede con Misley, disco lasciato a rimorchio a Gazzola che lo spedisce all’incrocio dei pali per il 4-3. Nei minuti finali la rete a porta vuota di Salinitri chiude il match.

Asiago Hockey - Pioneers - Curva Sud striscione Filippo Rigoni


Gli highlights dell’incontro

momenti salienti del match giocato ieri si possono rivedere sul sito della ICE Hockey League a questo Link


La classifica aggiornata

Team GP W L OTW OTL GF GA GD PTS
1 HCB Südtirol Alperia 47 31 11 5 0 171 102 +69 103
2 EC Red Bull Salzburg 47 29 11 4 3 144 93 +51 98
3 HC TIWAG Innsbruck – Die Haie 47 30 14 1 2 183 145 +38 94
4 EC iDM Wärmepumpen VSV 48 27 16 4 1 178 147 +31 90
5 EC-KAC 47 19 14 8 6 138 115 +23 79
6 spusu Vienna Capitals 47 21 17 2 7 151 139 +12 74
7 Steinbach Black Wings Linz 47 20 20 3 4 129 129 +0 70
8 Hydro Fehervar AV 19 47 17 18 4 8 121 121 +0 67
9 Migross Supermercati Asiago Hockey 47 17 23 5 2 141 154 -13 63
10 Moser Medical Graz99ers 47 13 24 5 5 102 135 -33 54
11 HC Pustertal Wölfe 47 14 25 3 5 118 134 -16 53
12 HK SZ Olimpija 47 11 31 2 3 111 185 -74 40
13 BEMER Pioneers Vorarlberg 47 8 33 3 3 92 180 -88 33

Credit: foto Serena Fantini

Asiago Hockey: vinta la prima contro i Pioneers e confermati i Playoff per i Giallorossi

© RIPRODUZIONE RISERVATA