Frana: chiusura di un mese per la SP350 a Lastebasse

Ci vorrà almeno un mese, per la riapertura della SP350 a Lastebasse, l’arteria di collegamento con Folgaria chiusa da lunedì mattina a causa di una frana che ha interessato località Busatti, nel territorio trentino. Il presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti ha effettuato oggi un sopralluogo con i tecnici: “Nei prossimi dieci giorni la demolizione del masso, poi i disgaggi e la sistemazione della strada” le sue parole.

Già da oggi saranno in parete i rocciatori per cominciare il lavoro di disgaggio e demolizione delle rocce instabili che sovrastano la SS350 di Folgaria e Valdastico, così da consentire la successiva messa in sicurezza, sistemazione e quindi riapertura della sede stradale.

La frana è avvenuta nella notte fra domenica 11 e lunedì 12 febbraio, dopo l’episodio del 4 novembre che aveva reso necessario un primo intervento di messa in sicurezza. “Occorre demolire un masso di circa 380 metri cubi e poi intervenire nella zona interessata, un’attività che richiederà circa una decina di giorni – così il presidente Fugatti nel sopralluogo-. Fatto questo primo passo, potremo capire meglio i tempi che serviranno per mettere in sicurezza il versante, riutilizzando o meno – questo lo accerteranno gli approfondimenti tecnici – parte dei lavori effettuati per le barriere di protezione realizzate per la frana precedente e che sono state danneggiate dal nuovo crollo

c.s


Folgaria, nuova frana sulla strada in località Busatti. Interdetto il traffico

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA