Zaia: “Gradimento altissimo per l’offerta turistica veneta”

Nonostante la pandemia da Covid, il turismo veneto è riuscito a risalire e il livello di gradimento dell’offerta turistica resta altissimo: a confermarlo sono i dati Istat sul movimento turistico in Italia nei primi nove mesi del 2021.

“E’ la prima economia turistica del Veneto – commenta il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia – che, grazie ai suoi bravi e coraggiosi imprenditori, lotta con le unghie e con i denti nel momento più difficile, facendo segnare un più 48,2% di presenze rispetto alla clientela italiana”.

“Ce la giochiamo con i competitors di sempre – continua Zaia – ma il dato significativo che emerge è che il sistema turistico veneto ha saputo riposizionare bene la sua offerta, attraendo molti più turisti residenti in Italia e rispondendo così, almeno in parte, all’inevitabile contrazione degli arrivi dall’estero. Un’elasticità virtuosa, che fa sperare in buoni risultati anche nel futuro, pur se le incertezze legate alla pandemia ancora incombono in modo pesante”.

“Anche in questo momento per certi versi drammatico per molte attività economiche – conclude il Presidente della Regione – il nostro turismo gioca la partita mettendo in campo le sue risorse migliori: gli ambienti naturali, la sua imprenditoria coraggiosa, l’enogastronomia di qualità, l’offerta sempre più integrata e green, l’arte, la cultura, i borghi, i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco, la cui attrattiva si rafforza ogni giorno”.